"Mi manchi, papà". E la perseveranza di una figlia innamorata tiene in vita uno sconosciuto

La sceneggiatura di un film perfetto, emozionante, incredibile. La trama di un libro che porta da un'altra parte, sfondando le pagine con l'immaginazione. Ma questo non è il presente. Chissà, forse il futuro. Il presente è storia di persone vere, strette nel dolore e legate oltre ogni idea di confine. La storia di Chastity e Brad è la storia dell'anima che sopravvive alla morte, dell'attesa che dà speranza, dell'accettazione che non è rassegnazione, dell'amore che al silenzio delle tombe insegna il canto della vita.

"La sicurezza di chi lavora è una priorità sociale"

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Presidente dell’ANMIL - Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro, Zoello Forni, il seguente messaggio: «La Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro è un’occasione preziosa per riflettere sui dati, tuttora così preoccupanti, delle morti e degli infortuni dei lavoratori e per far crescere la cultura e l’impegno della sicurezza nei luoghi di lavoro. Purtroppo le notizie di incidenti mortali continuano a essere quasi quotidiane.

Addio Nadia, ti cercheremo nel colore del mare

Chi adesso crederà che sia stata una lotta persa, non avrà capito nulla di quello che che hai fatto. La battaglia con il cancro è stata terribile, fin troppo breve, ma conoscevi il tuo nemico, Nadia, sapevi che la sfida sarebbe stata impari consapevole di quanto possa essere subdolo il modo di agire della malattia. La tua vittoria è stata quella di non avere mai resa davanti alla vita, di non odiarla neanche un minuto, conscia della sua bellezza nonostante a 40 anni avresti potuto rivendicare il diritto di vedere un pezzo di futuro in più.

Ci siamo imbruttiti, luna. E siamo più soli

Quel giorno tutto ci sembrò possibile. È bastato un passo e il cielo ci è parso in un attimo più vicino e più nostro. Ma tu, luna, ci ricordi senza esitazioni che noi siamo uomini e siamo donne, siamo difetto e paura, siamo arroganza e incompetenza. Lo fai strappandoci dalla terra quei pensieri a volte troppo profondi e troppo intensi che hanno volto di scrittore, testa di filosofo, occhi che nell’oscurità vedono addirittura meglio di quelli che, avvolti dalla luce, si stringono nella cecità della grettezza.

"Una vecchia baldracca scomposta"

Un titolo, evocante piazza Vecchia, che ho intravisto su una pagina facebook, con tanto di ringraziamenti all'autore del medesimo, mi ha fatto tornare alla mente un memorabile scritto del compianto Gino Anchora, pubblicato ventidue anni fa nel suo, ormai introvabile, libro "Sessanta righe in cronaca" .

"I ragazzi imparano con l'esempio"

Il 2 maggio 2019 l'Assemblea della Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità il testo unificato delle proposte di legge A.C. 682 e abb., che prevede l'introduzione dell'insegnamento dell'educazione civica nel primo e nel secondo ciclo di istruzione. Il testo è ora all'esame del Senato.

Mezzogiorno in famiglia, Galatina è in finale

Con una gara impeccabile e nonostante le condizioni atmosferiche, i ragazzi di Piazza San Pietro e la squadra di Galatina negli studi di RAI 2 a Roma sono riusciti a conquistare la finale. Hanno inesorabilmente battuto i validi avversari di Serrone e, fra due settimane, gareggeranno per la conquista del premio in palio: uno Scuolabus.

Grazie, zio!

Troppi "Sindaci" in giro per Galatina

“Distintivo del sindaco è la fascia tricolore con lo stemma della Repubblica e lo stemma del comune, da portarsi a tracolla”. Lo stabilisce l’art. 50 comma 12 del decreto legislativo n. 267/00. “L'uso della fascia tricolore da parte del soggetto che rappresenta la comunità locale si caratterizza per il suo valore altamente simbolico(…)” -spiega la Circolare 5/1998 del Ministero degli Interni.

Non siamo vivi

Siamo già morti, almeno una volta. Tutti noi siamo già finiti faccia a faccia con il buio del non ritorno, almeno una volta.
Crediamo di essere vivi, invece siamo dei risorti. E spesso non ci accorgiamo di quanto valore abbia questa rinascita. Non possiamo rimanere in attesa di una nuova morte, che pure verrà in questo labirinto di gioie e dolori che è lo stare sulla Terra. Abbiamo il dovere di fare della nostra resurrezione vera luce per chi non può uscire dalle sue tenebre.