Cresce la povertà, "il cibo deve essere garantito a tutti"

“Secondo il nuovo Rapporto Caritas pubblicato stamani, nel 2020 nel nostro paese i nuovi poveri aumentano dal 31% al 45%. Una crescita drammatica, esponenziale, che conferma quello che temevamo e che colpisce di più, così dice il rapporto, donne con figli. Le conseguenze del covid sono devastanti a livello economico e sociale. Rafforzano le fragilità, vanno a colpire i ceti medi, mettono in ginocchio aziende e cittadini. Contro questa vera e propria emergenza serve intervenire con forza e concretezza. Sul fronte delle misure di aiuto, lo abbiamo fatto finanziando con 300 milioni di euro il fondo per l'emergenza alimentare per assicurare cibo sano e di qualità, 100% made in Italy alle famiglie in difficoltà. Ed il cibo, lo dico da tempo, dev'essere garantito a tutti, tanto da essere inserito in Costituzione accanto al diritto al lavoro ed alla salute. Ma non basta, perché certo le famiglie vanno sostenute ma la risposta non può essere solo assistenziale: va creato lavoro e per farlo l’unica strada è quella degli investimenti, del liberare le imprese dalla burocrazia, di interventi radicali sulla fiscalità e sul costo del lavoro, del dotare il Paese di un sistema infrastrutturale più moderno ed efficiente. Continuiamo ad impegnarci in questa direzione, per sostenere gli italiani in questo momento critico per il Paese ma anche per creare le condizioni affinché, una volta messa alle spalle questa pandemia, ci siano le condizioni per una ripresa decisa della nostra economia”. Così la Ministra Teresa Bellanova su Facebook commenta il nuovo rapporto Caritas.

Sabato, 17 Ottobre, 2020 - 18:49