COVID-19. Cresce il numero degli abitanti di Galatina contagiati (79)

239 nuovi contagiati e 3 decessi in provincia di Lecce, 1785 e 27 in Puglia. Riprese in tutta la regione le vaccinazioni con AstraZeneca

Balza a 79 il numero degli abitanti di Galatina attualmente positivi (3 ogni mille residenti). Dall'inizio della pandemia diventano così 440 i galatinesi infettati dal covid-19. Lo fa rilevare il report settimanale di Asl Lecce pubblicato ieri. I vaccinati di Galatina sono 2475 (9,4 per mille residenti).
Questa settimana nel report viene riportato il trend settimanale per le fasce di età 65-79 e ≥ 80 rispetto ai ricoveri, ai nuovi positivi e ai decessi: c'è un "effetto vaccino", positivo, sia in termini di contagi, sia in termini di ricoveri, sia in termini di decessi negli ultra80enni.
"Lo sforzo della ASL sarà massimo -assicurano dalla direzione generale- proprio per continuare a mettere in sicurezza gli ultra 80enni e, subito dopo, i cittadini di età compresa tra i 65 e i 79 anni perché sono quelli con una o più patologie croniche quindi più fragili. Naturalmente per raggiungere questo risultato è fondamentale che le fasce giovanili in particolare rispettino in maniera rigorosa tutte le prescrizioni sanitarie previste dalla zona rossa".
"Un dato rilevante nel report di venerdì 19 Marzo 2021 è il balzo del numero dei contagiati e dei ricoveri presso le strutture Covid, segno che siamo in piena terza ondata che - sottolinea la Direzione generale - solo con l'aiuto e la responsabilità di tutti possiamo superare: gli operatori sanitari attraverso la riorganizzazione dei servizi anche a costo di trasferimenti da aree noCovid ad aree Covid, gli anziani procedendo alla vaccinazione, riducendo il rischio di esposizione e rimanendo nel proprio domicilio e le fasce giovanili - nell'attività lavorativa e/o sociale - rispettando le regole previste per la zona rossa".
Nei reparti covid del 'Santa Caterina Novella' sono attualmente ricoverati 43 pazienti (24 in Malattie Infettive, 18 in Medicina, 1 in altra U.O) provenienti da tutta la regione Puglia.
La situazione in Puglia
Venerdì 19 marzo 2021 in Puglia, sono stati registrati 11636 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1785 casi positivi: 652 in provincia di Bari, 154 in provincia di Brindisi, 147 nella provincia BAT, 270 in provincia di Foggia, 239 in provincia di Lecce, 315 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 7 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 27 decessi: 10 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 6 in provincia BAT, 2 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.742.669 test. 127.409 sono i pazienti guariti. 41.170 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 173.000, così suddivisi: 67.667 nella Provincia di Bari; 17.431 nella Provincia di Bat; 12.529 nella Provincia di Brindisi; 32.919 nella Provincia di Foggia; 15.509 nella Provincia di Lecce; 26.039 nella Provincia di Taranto; 642 attribuiti a residenti fuori regione; 264 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Riprese in Puglia le vaccinazioni con AstraZeneca
Sono riprese dalle ore 15 di ieri, in Puglia, le vaccinazioni con Astrazeneca e sono state riprogrammate le somministrazioni rimaste in sospeso dopo lo sblocco da parte di Aifa e del Ministero della Salute.
“Lo stop momentaneo all'uso del vaccino AstraZeneca non altera l'andamento della campagna – dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco - Questa pausa è stata necessaria per chiarire una cosa: tutti i vaccini contro il Covid19 sono ugualmente sicuri efficaci. La fiducia nella vaccinazione, unica arma che abbiamo a disposizione per tornare a vivere, non è dunque scalfita”.  E' già avvenuta la consegna da parte del personale specializzato del Dipartimento di Prevenzione della ASL Taranto al Maggiore Pietro Lorusso presso la Scuola Allievi Carabinieri di Taranto, di 250 dosi riservate ai militari in servizio. Cento dosi di Astrazeneca sono state consegnate dalla Asl di Bari al Comando Legione Carabinieri di Bari (foto allegate) per la ripresa immediata delle somministrazioni.
Ieri alle 17.30 erano stati vaccinati vaccinati 10 militari della Guardia di Finanza presso il centro vaccinale ospedaliero di Manfredonia e domattina, alle ore 9, si prosegue con 20 operatori della Capitaneria di Porto. Nella Asl Bt è in corso la riprogrammazione della vaccinazione con Astrazeneca con la calendarizzazione delle seconde dosi per il personale di scuola e università.
La prossima settimana sarà somministrato il vaccino all’interno del Carcere di Trani.
La ASL di Lecce con Astrazeneca ha vaccinato con la prima dose già tutti gli operatori della scuola e delle Forze dell’ordine, ieri pomeriggio sono stati richiamati operatori di farmacia, studi odontoiatrici ed informatori tecnico-scientifici. Il prossimo passo sarà la copertura all’interno del carcere di Lecce. Sempre nel pomeriggio di ieri sono stati riprogrammati gli appuntamenti rinviati per le più diverse ragioni.
La Asl di Brindisi riprenderà domani, con sessioni mattutine e pomeridiane, le vaccinazioni con AstraZeneca, nei centri del quartiere Bozzano e al PalaVinci. Saranno vaccinati operatori scolastici e rappresentanti delle Forze di polizia. Prosegue anche l'attività di recall per riprogrammare le somministrazioni dopo la sospensione. In questa fase il vaccino Astrazeneca è destinato a Forze dell’ordine e amministrazione penitenziaria, personale di Scuola e Università. Per queste fasce la Puglia ha già raggiunto una copertura del 90% della platea con la prima dose. Asl Bari ha riprogrammato per domani mattina le somministrazioni (già fissate e poi sospese) di Astrazeneca per il personale docente e non docente nei due hub di Bari allestiti nel palazzetto dello sport di Valenzano e al Palacarrassi completando così la copertura con la prima dose di questa fascia. Si va avanti anche con i vaccini Pfizer e Moderna per gli over 80 in tutta la Puglia, sia negli hub allestiti dalle Asl (in allegato le immagini di questa mattina da Orsara, in provincia di Foggia) e anche a domicilio, come documentato nelle immagini a cura della Asl di Bari.
La prossima settimana partirannono le prime vaccinazioni con Pfizer nel carcere di Bari destinate a detenuti e agenti penitenziari con patologie che rientrano nei fragili secondo le disposizioni ministeriali e sono state calendarizzate anche le vaccinazioni per tutti gli altri ospiti della casa circondariale con Astrazeneca. Il Policlinico di Bari ha ripreso ieri, alle 15, le vaccinazioni con Astrazeneca per il personale universitario, dell’accademia e del conservatorio. Nella giornata di oggi sono in programma circa 300 somministrazioni.
Procede regolarmente anche la campagna vaccinale all'Istituto Tumori dove sono in corso le vaccinazioni per gli operatori delle professioni sanitarie. Con l’82% di vaccini effettuati, la Puglia si conferma in cima alla classifica nazionale, preceduta solo dalla Valle d’Aosta e dalla Provincia autonoma di Bolzano. Su 581.545 dosi consegnate, in Puglia ne sono state somministrate 483.672. Di queste 128.660 agli over 80, 83.257 al personale scolastico e universitario, 13.443 alle Forze dell’ordine (dati aggiornati alle ore 15.30 di ieri).

©Riproduzione Riservata

Sabato, 20 Marzo, 2021 - 00:09

Galleria