Volo salvavita da Galatina a Venezia con un C130 dell'Aeronautica Militare

Un sessantenne è stato trasportato dal 'Vito Fazzi' a Padova con un'ambulanza imbarcata sull'aereo

Un uomo in imminente pericolo di vita è stato trasportato nel pomeriggio di oggi dall’aeroporto militare di Galatina a quello di Tessera (Venezia) con un aereo C-130J della 46ma Brigata Aerea. Sul velivolo militare è stata imbarcata l'ambulanza con a bordo il paziente sessantenne e un'equipe medica dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.
La richiesta di trasporto è pervenuta dalla Prefettura di Lecce alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell'Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale.
Quello coclusosi qualche ora fa è il terzo dei voli sanitari urgenti che sono stati eseguiti in questo intenso weekend dagli equipaggi dell’Aeronautica Militare.
Poco prima delle ore 12:00, il C-130J è decollato da Pisa, sede della 46ma Brigata Aerea, in direzione di Galatina (LE), dove subito dopo l'atterraggio sono state svolte le operazioni di imbarco dell’ambulanza.
Ripartito dalla città salentina, il velivolo è atterrato intorno alle 16:15 all'aeroporto “Marco Polo” di Tessera (VE), da dove l’uomo è stato immediatamente trasferito presso l’Azienda Ospedale Università di Padova.
I Reparti di volo dell'Aeronautica Militare sono a disposizione della collettività ogni singolo giorno dell'anno, con mezzi ed equipaggi in grado di operare con la massima tempestività, anche in condizioni meteorologiche complesse, per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi, equipe mediche o, come nel caso dei velivoli C130J della 46ma Brigata Aerea di Pisa, ambulanze.

Domenica, 9 Gennaio, 2022 - 18:21

Galleria