Il Grand Tour della Ceramica classica Italiana approda a Cutrofiano

Saranno oltre due settimane di full immersion nella storia e nella contemporaneità delle 40 Città della Ceramica, famose in tutto il mondo, le cui tappe compongono un racconto corale alla scoperta dell’arte figulina, fiore all’occhiello del Made in Italy. Così il Grand Tour della Ceramica classica Italiana approda in Salento e precisamente a Cutrofiano, dove quest’arte non solo è resistita ma è divenuta patrimonio storico e culturale riconosciuto dal Consiglio Nazionale Ceramico presso il MiSE, il Ministero dello Sviluppo Economico, che le ha conferito il titolo di “Città di affermata tradizione ceramica” e il conseguente ingresso nell’eccellente circuito dell’AiCC. In tutta Italia sono 47 i Comuni che possono fregiarsi di tale marchio e in Puglia soltanto tre: Cutrofiano, Grottaglie e Laterza. Il Grand Tour è un progetto espositivo itinerante, a cura dell’Associazione Italiana Città della Ceramica, concepito come un vero e proprio viaggio nello spazio e nel tempo e si rivolge a un pubblico vasto ed eterogeneo, che va dagli intenditori d’arte ai semplici curiosi, ai quali propone una raccolta di ceramiche ispirate al gusto tradizionale, selezionate dalla ricca collezione dell’AICC, composta da pezzi unici, da oggetti di uso comune ad altri puramente decorativi. Dall’Arcaico al contemporaneo, dal Rinascimento al Settecento, dal Neoclassico al Liberty e al Déco, fino al recente influsso del design, tutto riunito in un allestimento mobile costituito dalle stesse casse di trasporto, adattate e combinate in una composizione sempre nuova, ogni volta unica. Bagaglio al seguito di un viaggiatore nomade, come nomade è l’itinerario del “gran viaggiatore”. Organizzata dall’Amministrazione Comunale di Cutrofiano con il patrocinio del Presidente della Giunta Regionale della Regione Puglia, della Provincia di Lecce - Salento d’Amare, dell’Unione di Comuni della Grecìa Salentina e dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia, la tappa di Cutrofiano verrà accolta dal 13 al 30 agosto nel suggestivo scenario offerto dalla Congrega dell’Immacolata, pregevole espressione del tardo barocco salentino, eretta proprio per volontà dei figuli e codimari cutrofianesi le cui botteghe affollavano il borgo già dal Seicento. In occasione del Gran Tour, un’installazione site specific ideata da un collettivo di light designers, accenderà la sua preziosa architettura con una suggestiva e scenografica veste di luci, cromie e chiaroscuri. Nel corso dell’intero svolgimento dell’esposizione, sul sagrato diventato ormai piazzetta, si alterneranno ogni giorno dei veri e propri ceramic shows con l’intervento di Maestri tornianti, decoratori e designers. L’esposizione quest’anno si abbinerà eccezionalmente alla 48° edizione della Mostra Mercato della Ceramica Artigianale, evento cardine dell’estate cutrofianese, che si svolgerà tra Palazzo Ducale e vie del borgo dal 9 al 19 agosto.

Giovedì, 13 Agosto, 2020 - 00:04