Coltivava marijuana sul terrazzo di casa, ai domiciliari ventiquattrenne di Galatina

Nelle prime ore della mattinata di ieri, gli agenti della sezione investigativa del Commissariato della Polizia di Stato di Galatina diretti dal vicequestore aggiunto Giovanni Bono, hanno arrestato M. D., galatinese di 24 anni, per produzione e detenzione ai fini di spaccio di “marijuana”. Dopo complesse indagini gli investigatori hanno rinvenuto sul terrazzo della casa del giovane, già noto alle Forze dell’Ordine, dieci piante di marijuana in vaso  di varia altezza (tra i 100 e i 175 cm); all’interno di un frigo in disuso, sempre sullo stesso terrazzo, sono state trovate 2 grosse buste in cellophane trasparenti termosaldate, contenenti sostanza vegetale essiccata, risultata, poi, marijuana per un peso complessivo di circa 700 grammi; ancora, in un cassetto di un mobile della cucina, un altro involucro contenente altri 75 grammi di marijuana, un bilancino elettronico di precisione, perfettamente funzionate, ed un barattolo in vetro contenente circa 6 grammi di marjiuana.
L’uomo, assente al momento della perquisizione ma rintracciato poco dopo si è assunto la totale responsabilità rispetto a tutto ciò che era stato trovato nella sua residenza, scagionando del tutto la madre convivente.
D’intesa con il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, il 24enne è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, mentre tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato.

Venerdì, 16 Ottobre, 2020 - 17:33