Prosegue nella Asl Lecce la somministrazione della quarta dose alle persone fragili

La campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/Covid-19 di Asl Lecce prosegue con la somministrazione della quarta dose, a distanza di almeno 120 giorni dall'ultima dose, alle persone che presentano condizioni di estrema vulnerabilità per marcata compromissione della risposta immunitaria. ASL Lecce organizza la somministrazione della quarta dose con una chiamata attiva, da parte dei centri di cura, dei pazienti coinvolti.
In particolare: - Pazienti trapiantati e in attesa di trapianto: DEA Vito Fazzi Lecce - Pazienti sottoposti a terapia a base di cellule Cart, Oncologici ed ematologici: DEA o altro Presidio ospedaliero in coordinamento con i Reparti di Oncologia/Ematologia di riferimento - Pazienti dializzati: Rete nefrodialitica – Reparti Nefrologia di riferimento - Pazienti con Aids: DEA Fazzi in coordinamento con il Centro infettivologico di riferimento - Pazienti con pregressa splenectomia, immunodeficienze primitive e secondarie: presso i Centri Vaccinali in cui sono state effettuate le precedenti dosi o presso il Punto vaccinale di popolazione più vicino. I pazienti che non dovessero ricevere chiamata attiva - e hanno patologie per le quali risultano beneficiari della quarta dose - possono rivolgersi, con accesso diretto, ai Punti vaccinali di popolazione, in queste sedi: https://www.sanita.puglia.it/web/asl-lecce/news-in-primo-piano_det/-/journal_content/56/25176/organizzazione-punti-vaccinali-dal-1-marzo

Mercoledì, 2 Marzo, 2022 - 00:04