Monte Stella, “un inno ai luoghi del cuore e del respiro”

Oggi, 6 maggio 2021 alle ore 18:00, un incontro online con il poeta Luigi Fontanella a cura dell'Università Popolare "Aldo Vallone di Galatina

Dopo i successi delle due precedenti iniziative, la prima dedicata ai versi d’amore in occasione di San Valentino e la seconda realizzata in onore del sommo poeta per celebrare il Dantedì, ritorna ancora una volta la poesia come protagonista della videoconferenza di oggi 6 maggio 2021 alle ore 18:00, programmata dall’Università Popolare “Aldo Vallone”.
Ospite d’eccezione dell’incontro sarà Luigi Fontanella, poeta, narratore, saggista, drammaturgo e traduttore che presenterà la sua raccolta di poesie Monte Stella, pubblicata da Passigli Poesia nel 2020: dialogheranno con l’autore il professore Simone Giorgino (docente di Letteratura italiana contemporanea dell’Unisalento, presidente del Centro Studi Phoné, coordinatore del Centro di Ricerca Poesia Contemporanea e Nuove Scritture, oltre ad essere membro del Centro Studi “Vittorio Bodini”, del Gruppo di ricerca dell’Archivio Letterario Italiano ed Europeo del Novecento e del Memorandum Europeo della Modernità Otto/Novecentesca) e la nostra Presidente professoressa Beatrice Stasi, che metterà in rilievo, in sede di presentazione, il prestigio di cui Luigi Fontanella  gode nel panorama della poesia contemporanea.

La lettura di alcune delle sue poesie sarà affidata alla fine sensibilità della poetessa Maria Rita Bozzetti.

La raccolta Monte Stella ha già nel titolo il suo essere “un inno ai luoghi del cuore e del respiro”, una tessitura di ricordi che appartengono alla sua storia personale, a partire dalla sua città Salerno rivissuta attraverso i luoghi più intensi della sua infanzia, dal Monte Stella alle piazze, alle strade, ai monumenti che disegnano un itinerario pieno di “una nostalgica leggerezza, tra memoria e immaginazione, sebbene ogni ambiente, scorcio, vicolo risulti più piccolo con gli occhi del presente”.

La musicalità (si pensi al titolo della terza sezione della sua raccolta, Kind of blues o all’ispirazione dalla musica di Ezio Bosso nell’ultima sezione Il movimento dei rami), il viaggio, nello spazio e nel tempo, “in senso di spostamento fisico o mentale, in senso metaforico, il percorso poetico ed esistenziale, l’andata e il ritorno, le varie tappe, la meta”, la lontananza evocativa della memoria, “il rito della parola silenziosa che si fa tensione, incontro che avviene in altri luoghi sconosciuti, spazi che solo la poesia può generare”: queste alcune delle caratteristiche stilistiche e concettuali del poeta cosmopolita (un’esistenza tra Firenze, Salerno, Roma e New York) che si ritroveranno nell’ascoltare i suoi versi.

Ed anche la profondità della meditazione sul pensiero della morte appartiene alla sua cifra poetica, come testimoniano questi intensi versi tratti dalla prima sezione del suo libro, Canto del distacco:

“Qui si celebra il canto del distacco.
Una porta sui campi.
La gabbia vuota.
Il richiamo di capelli e sorrisi
da un balcone all’altro. Siamo
solo bambini, conchiglie
dimenticate al vento.”

Come già riferito, l’evento si terrà da remoto e pertanto si è creato, per poter liberamente partecipare, un accesso aperto a soci e non soci attraverso un link che di seguito riportiamo: https://meet.google.com/dcc-bqbe-sdr.

 

Giovedì, 6 Maggio, 2021 - 00:04