Amarezze, impegni e speranze di Antonaci, Antonica, Vergine e Amante dopo il voto

"Tutti plaudono al mio risultato personale. Ma, come ho ripetuto un milione di volte in questa campagna elettorale, a me non interessava avere un riscontro in termini di consenso sulla mia persona; io non ho nulla da chiedere in tal senso, non era questo il mio obiettivo". Il primo a far sentire la sua voce dopo la lunga notte dello spoglio è Antonio Antonaci. I suoi 1663 voti (10,76%), 459 in più rispetto a quelli raccolti dalle sue liste,  sono una testimonianza "d'amore" dei galatinesi verso uno dei suoi medici più popolari. "Se ho fatto quel che ho fatto -sottolinea- è esclusivamente per cercare di salvare Galatina dal degrado politico, economico, sociale e culturale. Ma il treno è passato e non si sa se ritornerà più. Buona vita a tutti".
Sandra Antonica (2946 19,5%, 160 voti in più rispetto alle sue liste)  si fa viva nel tardo pomeriggio del 14 Giugno e dice: "Grazie a tutti. Grazie agli elettori che ci hanno scelto, ai candidati della coalizione che hanno costruito un progetto che non si ferma qui. Perché in consiglio comunale continueremo a batterci per quello in cui crediamo, in cui abbiamo sempre creduto".
"C'è aria di festa! Sono molto soddisfatto, perché tutti assieme abbiamo centrato un obiettivo senza precedenti!". Il post su facebook di Fabio Vergine (5992 38,75%, 102 voti in meno rispetto a quelli delle sue liste), arriva proprio quando l'Italia subisce il terzo goal dalla Germania. "Ora, dopo aver sfiorato il 40%, possiamo solo crescere!!! -aggiunge- I cittadini di Galatina, dal centro storico alle sue frazioni, hanno sonoramente bocciato il sindaco uscente, il peggior risultato di Puglia per un uscente! Il 70% ha detto: "No Amante No!"".
Dal canto suo il Sindaco di Galatina, Marcello Amante,(4861 pari al 31,44%, 230 voti in più rispetto a quelli delle sue liste) si era già espresso nella serata del 13 Giugno rivolgendosi alle persone con le quali aveva seguito lo spoglio: "Una giornata lunga e piena di emozioni. La più grande rimane quella di averne condiviso ogni ora con tutti voi che siete stati in tanti a stringervi attorno al gruppo. Fin qui la corsa è stata entusiasmante e dura, ma non abbiamo finito. Torneremo subito a farci sentire e ad andare dritti al ballottaggio con le consapevolezze che anche oggi abbiamo raggiunto. Grazie di cuore a tutti voi che ci avete sostenuti e che ci sosterrete ancora. A progettare il futuro abbiamo già cominciato".
©Riproduzione Riservata

 
Mercoledì, 15 Giugno, 2022 - 00:07

Galleria