Verrà rimosso il rudere di piazzale Stazione

Giunge finalmente a conclusione una vicenda alquanto travagliata che dall’Ordinanza Sindacale, emessa nel 2014, di smantellamento dell’impianto di distribuzione carburanti, con la rimozione di tutte le attrezzature e al ripristino dello stato dei luoghi, finora non ha trovato soluzione. Numerosi sono stati i tavoli tecnici che negli anni si sono susseguiti infruttuosamente.
Dopo un lungo tira e molla, infatti, grazie all'intervento del consigliere Vito Albano Tundo e dell'assessore Loredana Tundo, si è giunti alla risoluzione della controversia, liberando di fatto la zona dove sorge la villetta posta di fronte alla stazione ferroviaria di Galatina dalla presenza di una struttura fatiscente e pericolosa.
Il punto vendita in questione è quello sito tra via XX Settembre e via Albanese, che risponde al nome di "Marzano Petroli" di Marzano Flavio & C.. A seguito della mancanza di risposta da parte della ditta, è stato interpellato a gennaio Andrea Criscolo, curatore fallimentare dell'azienda, il quale però ha fatto sapere che il punto vendita di carburante al dettaglio in via XX Settembre non rientrava nell'atto dell'attivo fallimentare.
Oggi si arriva a conclusione anche grazie all'intervento della Società Puglia carburanti s.a.s., azienda specializzata nel settore degli impianti di carburanti, che provvederà (con un costo per il Comune di 3416 euro, ndr)  alla rimozione della struttura e la bonifica della zona che in questo modo non costituirà più un pericolo per la cittadinanza, oltre che del ripristino del decoro urbano.

Domenica, 18 Aprile, 2021 - 00:07