Eletto il direttivo di Azione e Rinnovamento

"Dopo un partecipato e pacato dibattito, l'assemblea di Azione e Rinnovamento -si legge in un comunicato- rende noti i componenti del coordinamento cittadino di Galatina (Le) e frazioni.

Ecco i candidati salentini del PD

La campagna elettorale del Partito Democratico del Salento si è aperta con un bagno di folla alla Officine Cantelmo. Elettori, militanti, dirigenti e amministratori locali da tutta la provincia hanno risposto in maniera massiccia, affollando la sala dove si sono succeduti gli interventi del segretario del Pd pugliese, Sergio Blasi, e dei capilista alla Camera e al Senato Franco Cassano e Anna Finocchiaro, alla presenza di tutti i candidati salentini nelle liste del Pd in Puglia.

Parco commerciale. Ripartire da zero ma con le carte giuste!

“Cinquanta persone, alle 11 di mattina sulla complanare della statale 101 e, per qualche minuto,  anche sulla stessa Lecce-Gallipoli nei pressi di Collemeto, non sono un risultato da poco”. Carlo Gervasi è soddisfatto di come è andato il sit-in organizzato la sera prima in fretta e furia ma lo è ancora di più per come si è, poi, svolta, ieri, la conferenza stampa allo Chalet delle Rose con la partecipazione (“non a sorpresa ma attesa!”) di Sandra Antonica.

Il gelso era fortemente compromesso

Così come annunciato nei giorni scorsi dall’Assessore Roberta Forte in merito alla richiesta di collaborazione del fitopatologo Giovanni Luigi Bruno per accertare lo stato di salute del gelso ultracentenario abbattuto in via Ugo Lisi e al fine di valutarne la sua trapiantabilità, l'Ufficio stampa del Comune di Galatina ha trasmesso la relazione del docente presso la facoltà di Agraria dell’Università di Bari, acquisita al protocollo del Comune.

Cosimo Montagna. "Vogliamo il parco commerciale ma con il rispetto delle regole. Non abbiamo cacciato nessuno"

“Non abbiamo cacciato nessuno. Siamo persone corrette e lo riconosce anche lo stesso ingegnere Barrotta. L’Amministrazione comunale di Galatina è interessata alla costruzione di un parco commerciale in Contrada Cascioni ma con il rispetto delle regole”. Cosimo Montagna sintetizza con poche frasi, al termine della conferenza stampa a Palazzo Orsini, intorno alle 15, una mezza giornata di passione politica di maggioranza e opposizione.

"Cacciati da Galatina faremo a Nardò il centro commerciale. Non ci presenteremo alla conferenza di servizi". Manifestazione a Collemeto (video)

“Domani (il 24, ndr) non ci presenteremo alla Conferenza dei Servizi di Bari perché da Galatina ci hanno cacciato”. Cesare Barrotta, progettista del Centro Commerciale che Pantacom vorrebbe realizzare in Contrada Cascioni, alle nove di sera, è un fiume in piena. Risponde molto cordialmente al telefono e non ha peli sulla lingua. “Ormai è deciso. Faremo quell’insediamento nel comune di Nardò, a milleottocento metri di distanza da Collemeto”.
E’ vero che avete già stretto un accordo con i titolari dello stabile dell’ex-salumificio Mera?

"Il centro commerciale in località Cascioni ha rilevanza pubblica"

In vista delle conferenza dei servizi che si svolgerà a Bari il 24 gennaio, settecentosessantasei cittadini galatinesi hanno sottoscritto la proposta di delibera di Giunta Comunale che ieri pomeriggio è stata depositata al protocollo e che qui di seguito riportiamo. Ill.mo Signor SINDACO COMUNE DI GALATINA  OGGETTO: Proposta ex art.

L'Utic del "Santa Caterina Novella" diventa cardiologia con 'area critica'

Si chiamerà "cardiologia con presenza di area critica" e, in pratica, continuerà a fare quello che faceva quando aveva la qualifica di Utic (Unità di terapia intensiva cardiologica). Fra qualche giorno la Giunta regionale pugliese farà una delibera per istituirla ufficialmente.

Sei domande sul megaparco

“La comunità dei cittadini è fonte delle leggi e titolare dei diritti. Deve riguadagnare sovranità cercando nei movimenti civici il meccanismo-base della democrazia, il serbatoio delle idee per una nuova agenda della politica. Dare nuova legittimazione alla democrazia rappresentativa facendo esplodere le contraddizioni fra i diritti costituzionali e le pratiche di governo che li calpestano in obbedienza ai mercati. Ricreare la cultura che muove le norme, ripristina la legalità, progetta il futuro.”