La "poesia da amare" di Daniela D'Errico

Quattro i libri di poesie che nel tempo Daniela D’Errico ha pubblicato con cadenza quinquennale.

All'angolo
Lì, all’angolo, 
prigioniero del tuo sentirti libero,
prigioniero dei tuoi stessi limiti,
prigioniero di un mondo
che credi ce l’abbia con te:
perché fa male,
fa male
più di uno schiaffo,
più di una dignità spezzata,
fa male 
e questo lo puoi percepire.
Ma assapora per un istante 
il piacere del sentirsi vittima
e non carnefice;
gusta dall’occhio minaccioso
povertà,
fragilità.
Galatina, "Mi governa la tua rima in prosa"

"Galatina è un luogo che s'anima di vita e di luce; unica e meravigliosa. Il calore, il fascino, la finezza, tutto si mescola alla perfezione dando vita a un connubio perfetto di estatiche sensazioni. Si sente il profumo del pane, del pasticciotto e il suono della pizzica, che danza in ogni angolo di storia.
Ecco, per me questa poesia ha un valore infinitamente grande, proprio perché dedicata a un posto che vive alla luce del sole le sue formule perfette: ogni verso, è spontaneo e genuino. Ogni parola, è rivestita del suo dono al sapor dell'eleganza".