Miracolo amministrativo o normale amministrazione?

Marcello Amante, Loredana Tundo ed Emanuele Mariano interrogano Fabio Vergine

"Centinaia di pratiche burocratiche, in particolare inerenti il settore edilizio, giacevano bloccate sin dal 2019" -aveva fatto sapere, il 18 novembre scorso, Fabio Vergine, sindaco di Galatina. “Abbiamo azzerato questo arretrato. È stato sicuramente un punto di partenza importante, perché l'ufficio tecnico è il cuore pulsante di ogni attività amministrativa e quindi rendendolo efficace ed efficiente, si liberano immediatamente risorse”,  affermava trionfalmente il Primo Cittadino in un articolo preconfezionato diffuso da un indirizzo di posta elettronica privato di proprietà di un ex-consigliere comunale. "Questa maggiore efficienza -aggiungeva- ha portato ad un incasso di 170 mila euro per il Comune di Galatina".
"Con riferimento alle generiche dichiarazioni del Sindaco, riguardo a pratiche edilizie giacenti dal 2019 -scrivono oggi in un'interrogazione Marcello Amante, Loredana Tundo ed Emanuele Mariano, consiglieri comunali di minoranza- si chiede di conoscere in maniera puntuale: 1- a quali e quante pratiche fa riferimento e alla tipologia delle stesse; 2- l’ammontare degli incassi per pratiche edilizie da luglio 2021 a novembre 2021, raffrontato con l’ammontare degli incassi da luglio 2022 a novembre 2022.
Tanto al fine di chiarire se effettivamente le dichiarazioni citate fanno riferimento ad un presunto incremento straordinario di incassi oppure rientrano nell’attività ordinariamente effettuata dall’ufficio preposto".
Bisognerà aspettare il prossimo Consiglio comunale per avere una risposta.
©Riproduzione Riservata

Mercoledì, 23 Novembre, 2022 - 00:08