I volontari hanno pulito la città, tocca ora al Sindaco mantenere il decoro a Galatina

Si è svolta, domenica 5 settembre, l’ennesima “Giornata Ecologica” organizzata da Legambiente “La Poiana” e da VIRTUS – TappiAmo Galatina, dedicata alla raccolta dei rifiuti abbandonati lungo le strade di periferia, e non solo. Giornate che, come scrivono gli organizzatori, si sono ripetute per tutte le domeniche di Agosto. (Nelle foto, scaricate dal sito dell’associazione, i sacchi riempiti domenica). Alle due associazioni va il ringraziamento nostro e dei cittadini per l’impegno, la generosità, l’attenzione e l’amore per la nostra Città. A nostro giudizio, ogni giornata dedicata all’ambiente dalle associazioni e dai volontari è un buco nero per il servizio gestito da chi amministra Galatina.
Nonostante premi, citazioni e attestati per le percentuali raggiunte con la differenziata, la lotta contro gli sporcaccioni non fa un passo in avanti. Non solo nelle strade periferiche e vicinali, ma anche in quelle del centro cittadino si abbandonano rifiuti, senza alcun rispetto delle regole di civile comportamento. E’ il caso di Piazzetta Lillo, nei pressi della Chiesa delle Anime e all’imbocco di Via Soleto, dove ogni mattina vengono depositate buste con rifiuti di ogni genere.
La Piazzetta è un’area di territorio già disgregata e abbandonata a se stessa, con buona parte del manto stradale divelto, alberi e cespugli secchi, aiuole sconnesse e invase da erbacce. I sacchetti di rifiuti sono la ciliegina sulla torta (nella foto).
La lotta contro i cittadini che imbrattano la nostra Città non può essere soltanto enunciata, promessa in occasione delle giornate ecologiche, ma esercitata nei fatti e con perseveranza. Delle foto trappole, che la Regione ci regala, e di cui con enfasi si annuncia l’imminente entrata in funzione, non si vede ombra e la messa in opera tarda a venire.
Inoltre, da qualche anno è stata istituita la figura dell’Ispettore Ambientale, che ha la funzione (un compito gravoso) di controllare e osservare i sacchi dei rifiuti abbandonati, per cercare di scoprire gli autori del deposito illegale. Per assolvere a tale compito, a suo tempo, venne incaricato un agente di polizia locale, in collaborazione con la ditta addetta alla raccolta. Che fine ha fatto? Quali interventi sono stati programmati e attuati in tutto questo tempo? Quali i provvedimenti adottati? Per la lotta agli sporcaccioni il compito è di chi governa la Città, in prima persona del Sindaco e dell’Assessore al ramo. Non si può all’infinito fare affidamento sulla buona volontà di chi dedica, anche la domenica, parte del suo tempo libero, per rendere Galatina pulita, presentabile e decorosa.

Martedì, 7 Settembre, 2021 - 13:39

Galleria