"La nostra gita scolastica virtuale a Napoli"

La nuova avventura che abbiamo vissuto, nonostante il covid-19, è stata la gita scolastica virtuale a Napoli. Negli ultimi tempi ci siamo abituati a nuove esperienze: la Dad invece della scuola in presenza, le videochiamate con gli amici invece delle chiacchierate mentre si passeggia, ma la gita virtuale nei giorni 27 e 28 maggio è stata davvero entusiasmante! Il progetto si chiama #CodeMooc “CodyTrip a Napoli”(organizzato da DIGIT srl, spinoff dell’Università di Urbino, in collaborazione con l’Università di Urbino e con Giunti Scuola) e porta i ragazzi in “gita” nelle più belle città d’Italia e, grazie ad una speciale piattaforma chiamata ActiveViewer, molti studenti sono coinvolti in modo interattivo in un viaggio virtuale (eravamo più di 118000 persone!!!). È stata un’esperienza che, seppure simulata, ci ha permesso di visitare una città meravigliosa come Napoli. C’è chi ne aveva già apprezzato la bellezza dal vivo, ma rivederla in questa nuova modalità ha dato modo di vivere un viaggio divertente, ma anche di vero apprendimento. È mancato non attraversare fisicamente quei vicoli, sentire l’odore della pizza o delle sfogliatelle, ma è stata comunque una vera esperienza sensoriale, grazie anche alla capacità delle nostre guide che ci hanno saputo narrare i vari aspetti di questa città. Appena arrivati a Napoli, il panorama era bellissimo, anche se visto da uno schermo: era pieno di case, negozi e i vari monumenti erano spettacolari. Ciò che ha entusiasmato tanti è stata la visita al Museo Archeologico, in particolare la sezione egizia. Poi è seguito il meraviglioso viaggio all’interno dei Quartieri Spagnoli: sono quartieri particolari, ma raccontano la storia di persone, personaggi famosi e realtà che nella società moderna fatichiamo a credere possano ancora esistere. C’è tanta povertà, poca istruzione, però, durante il nostro incontro con la scuola FoQus, abbiamo potuto apprezzare una voglia di riscatto da parte di questa comunità. I ragazzi ci hanno accolto con allegria e con l’entusiasmo di farci vedere ciò che avevano imparato e, anche se ci divideva uno schermo, il coinvolgimento è stato davvero tanto. Un altro momento particolare è stata la passeggiata per i vicoli dei Quartieri Spagnoli, percorrendo delle vie strette e quasi “soffocate” da palazzi molto alti. Dopo una visita anch’essa interattiva alla cappella Sansevero, abbiamo effettuato il check in in albergo e, seguendo le ricette presentate sul sito, a casa le nostre mamme (con il nostro aiuto) hanno preparato per noi gitanti lo stesso menù che abbiamo consumato, “sedendo” a tavola tutti insieme. E dopo cena tutti a dormire con la storia della buona notte, raccontata dal prof. Bogliolo, nostra guida d’eccezione per Napoli, sulla terrazza del “nostro” albergo illuminata dalla luna che sorgeva dal Golfo di Napoli. Il mattino seguente, dopo un risveglio muscolare al suono della tammurriata, abbiamo passeggiato ancora per le vie di Napoli, attraversato la Galleria e, seppur con qualche problema di connessione, visitato il Teatro San Carlo. Interessantissima è stata la lezione su Dante, leggendo e ammirando un manoscritto trecentesco presso il Real Museo Mineralogico dell’Università Federico II. Dopo la pausa pranzo, siamo partiti per Posillipo e poi è arrivato il momento dei saluti. Questa della gita virtuale è stata un’idea innovativa e, anche se con la fantasia, ci ha permesso di evadere dalla nostra stanza. L’emergenza sanitaria ha completamente stravolto l’idea stessa dei rapporti umani, ma non ha cancellato la nostra voglia di vedere, scoprire e imparare e soprattutto ci ha insegnato a trasformare una situazione difficile in un’opportunità. La nostra gita virtuale è stata proprio questo, un’opportunità di rinascita, di guardare al futuro con ottimismo e per questo ringraziamo i nostri insegnanti e la nostra Dirigente che hanno saputo cogliere l’essenza di questo progetto. Certamente, a tutti è piaciuto non svolgere i compiti per due giorni, ma la nostra speranza è di poter vivere presto le stesse sensazioni a Napoli e non davanti ad uno schermo. Cari professori, siete avvertiti!!!
Gli alunni delle classi seconde Scuola Secondaria I grado “Giovanni XXIII” Istituto Comprensivo Polo 3

Venerdì, 4 Giugno, 2021 - 00:06

Galleria