Il flamenco di Tommy Manfredi a Noha

Sabato 12 settembre Lèvera riapre le porte ospitando un evento che abbraccia altre culture. Tommy Manfredi, musicologo, insegnante e musicista pugliese, ormai spagnolo d'adozione, ci porterà ad assaporare la cultura ispanica a partire da una delle arti più radicate nel paese, il Flamenco. Due saranno le tappe di questo viaggio. Il pomeriggio, dalle 18 alle 20, un laboratorio ci avvicinerà ai ritmi del flamenco andaluso attraverso l’uso delle mani, la ‘palmas’, un’arte che s’impara sin da piccoli e che viene accuratamente tramandata dalle generazioni andaluse e dalle famiglie dei musicisti flamenco. Il laboratorio è rivolto ad un pubblico tra 0 e 99 anni e si terrà con un numero minimo di 10 partecipanti. Alle 21.00 Manfredi, attraverso le note di una chitarra ‘negra’ flamenca e i versi di grandi poeti come Federico Garcia Lorca, ci racconterà e canterà la storia andalusa. Un modo per far conoscere la grandezza e la varietà degli stili che appartengono a questo misterioso e passionale mondo. Un viaggio per comprendere che la musica fluisce e si mescola senza soluzioni di continuità.
Ingresso con tessera Arci
Per info e prenotazioni 3891081226 | 3894250571 levera.arci@gmail.com
Al fine di garantire il rispetto delle norme anti-covid è richiesta la prenotazione sia per il laboratorio sia per lo spettacolo e presentarsi all’ingresso muniti di mascherina.

Venerdì, 4 Settembre, 2020 - 00:06