Assegno Unico Famigliare. La soddisfazione di Italia Viva Galatina

Dal primo luglio parte la richiesta dell’Assegno Unico Famigliare, prima misura del Family Act nato sul palco della Leopolda 2019 e voluto fortemente dalla Ministra per la Famiglia e le Pari Opportunità Elena Bonetti. Si tratta di una misura che permetterà a circa 2 milioni di famiglie ad oggi escluse dagli assegni al nucleo famigliare, di richiedere e ricevere un aiuto economico mensile per i figli da zero a 18 anni. Nel contempo 4 milioni di famiglie che già oggi ricevono un sostegno per i figli, lo vedranno maggiorato per un investimento di 3 miliardi complessivi.
Questo però è solo un primo tassello, una “misura ponte” di sei mesi che da gennaio 2022 diventerà permanente e strutturale. Nel concreto l’Assegno Unico e Universale consiste in un assegno mensile dell’ammontare massimo di 167,5 euro a figlio maggiorato del 30% in nuclei famigliari con 3 o più figli e maggiorato di 50 euro per i figli con disabilità. Chi ha una famiglia con due figli dunque potrà ricevere fino a 355 euro mentre chi ha un nucleo famigliare con tre figli potrà ricevere fino a 653 euro. L’importo dell’Assegno inoltre aumenta al diminuire dell’ISEE così da garantire un sostegno maggiore a chi ne ha più bisogno. Richiederlo è semplice: basta accedere al portale internet dell’INPS oppure recarsi presso gli sportelli dei CAF e dei Patronati più vicini.
Il beneficio sarà erogato mensilmente sul conto corrente a partire dal mese in cui si fa richiesta e le domande presentate entro il 30 settembre vedranno inoltre il riconoscimento dei mesi precedenti a partire da luglio. Una misura “epocale” come l’ha definita lo stesso Presidente del Consiglio Mario Draghi che potrà essere di grande giovamento anche per molte famiglie Galatinesi e non solo. “Un’iniezione di fiducia e di speranza condivisa da tutte le forze politiche. È davvero il segno dell’Italia che alza la testa, che riparte”, ha affermato la Ministra Elena Bonetti. E ancora dalle sue parole: “Oggi a vincere è l’Italia, con una politica di visione e di investimento nelle nuove generazioni. È un impegno chiaro che le famiglie italiane avevano atteso per anni e che finalmente riconosce il valore che ogni bambina e ogni bambino hanno nella vita di tutta la nostra comunità”. Un bel momento per un’Italia che riparte.
Caterina Luceri, coordinatrice Italia Viva Galatina e componente Assemblea Nazionale Italia Viva

Giovedì, 1 Luglio, 2021 - 16:04