SBV Olimpia Galatina, "la serie C puntando sul gruppo degli under 18"

Fa da apripista alla nuova stagione il gruppo che si misurerà nel campionato nazionale di I livello di serie C, con l’adunata generale chiamata dai tecnici Dicillo e Noia per il 03 settembre al PalaPanico. Profondamente rinnovato nell’organico, questo gruppo risponde non solo ai requisiti normativi previsti dalle Norme Federali con la partecipazione di atleti Under 21, ma anche ai programmi che la guida tecnica ha condiviso con la società: la crescita, mirata nel perfezionamento dei ruoli e del bagaglio tecnico, degli atleti under 19.
“E’ stata una mia precisa richiesta, avanzata al presidente Panico durante il blocco del campionato scorso, afferma il tecnico Dicillo, di programmare la prossima stagione di serie C puntando sul gruppo degli under 18. Pertanto la rinuncia a giocatori esperti, come Guarini, De Lorentis, Battistoni, De Paolis è solo una conseguenza di una scelta che tende a non togliere spazio ai giovani atleti, consentendogli di maturare esperienze importanti e di cogliere le eventuali opportunità. Una di queste è rappresentata dal canale privilegiato aperto con la Materdomini Castellana e la sua accademia del volley, in cui confluiscono atleti destinati a formarsi con un più alto livello di tecnica e guadagnare palcoscenici sportivi di rilievo. Un ringraziamento lo rivolgo al presidente della Materdomini, Michele Miccolis, che concederà l’ospitalità, a tutto tondo, ad eventuali giocatori d’interesse mettendo a disposizione strutture ricettive, tecniche e medico-sanitarie.” Alza dunque l’asticella la società di Corrado Panico confermando il duo Dicillo-Noia ed optando per un campionato a “linea verde” che sicuramente sarà un banco di prova durissimo per un gruppo chiamato, nella stessa composizione, a partecipare al campionato Under 19. “E’ questa una decisione, commenta Chiara Noia, in linea con i disposti federali che obbligano le società di serie A3 a partecipare ad un campionato nazionale di I o II livello (serie C /D) con un gruppo under 21. Noi in tempi non sospetti, dato che l’acquisizione del titolo di serie A per la SBV è arrivata sul filo di lana, avevamo programmato con la dirigenza societaria di praticare la soluzione “verde”, come la chiama Corrado Panico, traghettando anche qualche under 17, meritevole nell’applicazione tecnica e comportamentale nelle categorie superiori. Questo deve essere uno stimolo sia per chi già appartiene anagraficamente al gruppo, sia per chi dimostra di meritare il salto”. Ora si guarda con apprensione alle concessioni d’uso delle palestre scolastiche alle società sportive, da parte di provincia e comune, perché la preparazione dei gruppi U.17-U.15 -U.13 e minivolley non subisca penalizzazioni temporali rispetto alla data d’inizio dei campionati. Certo, le problematiche che investono i dirigenti scolastici nelle fase attuale del post-covid godono di una priorità essenziale, per quanto attiene all’attività didattica in presenza, ma non possono precludere lo svolgimento di attività sportive. “E’ una disposizione del MIUR, afferma il presidente di Sbv Olimpia Corrado Panico, ad indicare come non idonee ad essere riconvertite in aule le palestre scolastiche, che quindi nel rispetto delle indicazioni sanitarie del CTS potranno essere utilizzate per le loro funzioni. Ci confortano le nuove Linee guida per lo svolgimento delle attività sportive emanate dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in ottemperanza al DPCM del 7 agosto 2020, che aprono allo svolgimento degli allenamenti per gli sport di squadra e delle gare amichevoli. La collaborazione società sportive-scuole è sempre stato un connubio ideale che consideriamo formativo non solo per le attività agonistiche ma anche per quelle messe in atto dai docenti di educazione motoria: pertanto un ostruzionismo burocratico diluito nel tempo potrà danneggiare un’altra annata sportiva. Confidiamo nel senso di collaborazione delle amministrazioni politiche e dei dirigenti scolastici.”

Giovedì, 13 Agosto, 2020 - 00:00