Il "Paradiso" di Virgilio Sieni al Cavallino Bianco

In scena martedì 16 novembre alle ore 20:45

Come rendere il movimento e il gesto con la stessa qualità e potenza espressiva dei versi danteschi è il compito che il coreografo e danzatore Virgilio Sieni, già direttore della Biennale Danza di Venezia e tra gli artisti italiani il più attivo in ambito internazionale per le massime istituzioni teatrali, musicali, fondazioni d’arte e musei, si è posto con il suo personalissimo PARADISO in scena martedì 16 novembre alle ore 20:45 al Teatro Cavallino Bianco di Galatina.
La ricerca di Virgilio Sieni si fonda sull’idea di corpo come luogo di accoglienza delle diversità e come spazio per sviluppare la complessità del gesto. Il viaggio di Dante è un cammino dall’umano al divino, dal tempo all’eterno. Lo spettacolo è la costruzione di un giardino e non riporta la parola della Divina Commedia, non cerca di tradurre il testo in movimento, ma si pone sulla soglia di una sospensione, cerca di raccogliere la tenuità del contatto e il gesto primordiale, liberatorio e vertiginoso dell’amore. Danza dialettale che si forma per vicinanze e tattilità. Nella prima parte, la coreografia è costruita per endecasillabi di movimenti dove i versi della danza ritrovano il risuonare della rima da una terzina all’altra. Questo continuo manipolare, accarezzare e pressare lo spazio invisibile intorno ai corpi edifica un continuum di terzine sillabiche del gesto: una maniera umile per porsi nei confronti della loro magnificenza geometrica, matematica e cosmica. Allo stesso tempo il gesto scaturisce da una ricerca sullo spazio tattile e sull’aura della persona. Nella seconda parte tutto avviene cercando nel respiro delle piante la misura per costruire un giardino quale traccia e memoria dei gesti che lo hanno appena attraversato. La coreografia è costruita portando, sollevando e depositando le piante nello spazio. Le piante, la cosa alta, restituiscono il vero senso della danza, la lingua penultima: dialettale e popolare, in grado di mettere in dialogo le persone secondo declinazioni astratte, simboliche, inventate e immediatamente inscritte nella memoria.
PARADISO
Regia, coreografia e spazio Virgilio Sieni musica originale Paolo Damiani interpreti Jari Boldrini, Nicola Cisternino, Maurizio Giunti, Andrea Palumbo, Giulio Petrucci costumi Silvia Salvaggio luci Virgilio Sieni e Marco Cassini allestimento Daniele Ferro produzione Comune di Firenze, Dante 2021 comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni in collaborazione con fondazione teatro Amilcare Ponchielli – Cremona
BIGLIETTI
Intero 20 €; ridotto 10€ per under25, over65 soci Arci; ridotto 5 € per studenti UniSalento e Accademia di Belle Arti.
Info e prenotazioni: 3881814359 / 3201542153 Prevendita online www.diyticket.it www.otse.it - www.accademiaama.it

Martedì, 16 Novembre, 2021 - 00:06