Tarantate 2013

Non sono mattiniere come le originali del tempo che fu ma, ormai da quattro anni, arrivano puntualmente. Ci pensano Angelo Serra, Antonio Zappatore e Antonio Chirivì a portarle a Galatina davanti alla Cappella di San Paolo. I traìni attraversano la festa preceduti dai suonatori di tamburello e avanzano fino a via Garibaldi. Fra le balle di paglia si intravede una vestita di bianco.  Le tarantate scendono davanti al Palazzo Tondi-Vignola e il rito che dovrà portarle a guarire comincia.

La più bella 'Pupa' della festa

"È la migliore Pupa vista negli ultimi tempi". Occorre dare atto ad Andrea Coccioli, assessore ai lavori pubblici, che ha mantenuto la promessa di far ripulire e restituire un po' della sua originaria bellezza alla "Lampada senza luce" di Gaetano Martinez. Lo ha fatto con la collaborazione di Nico Serafino, geometra dell'Ufficio tecnico comunale e, soprattutto di Francesco Mariano e dei suoi collaboratori. Indubbiamente è la più bella 'Pupa' della festa.

"Anche quest'anno ci saranno i fuochi d'artificio"

“Ai fuochi di artificio ci ha pensato la Provvidenza”. L’annuncio a sorpresa di don Aldo Santoro arriva alla fine della messa della vigilia ed una piazza che sembrava distratta tende l’orecchio e quasi vorrebbe applaudire. Quando era uscito il manifesto ufficiale dei festeggiamenti tutti si erano accorti che dal programma mancavano proprio i fuochi pirotecnici e molti avevano mugugnato.

Roulotte in via Trapani. "Si rispetti la dignità di ogni persona!"

Come ogni anno dobbiamo denunciare il solito problema della presenza di roulotte nella zona dell’ex-mercato boario in via Trapani, nelle settimane precedenti e seguenti la festività dei S.S. Pietro e Paolo. Come al solito la polizia municipale, debitamente informata, non fa nulla, dimenticandosi del divieto di sosta per tali veicoli previsto dal comma 3 dell’ art. 158 del Codice della strada .

Festa dei Santi Pietro e Paolo, alle ore 20 prima della processione un annuncio a sorpresa di don Aldo Santoro

Alla fine della messa, prima della processione, don Aldo Santoro farà un annuncio a sorpresa. È questa la voce che questa mattina circolava in Piazza San Pietro. Il Parroco della Chiesa Madre avrebbe deciso di mantenere uno stretto riserbo perché vuole essere egli stesso a comunicare tutti i fedeli, in presenza delle Autorità cittadine, una simpatica notizia. In attesa di sciogliere il mistero si può dare un'occhiata al ricco programma dei festeggiamenti previsti per i Santi Pietro e Paolo, protettori della città di Galatina.

Proposte concrete per restituire a donne e uomini il centro di Galatina

L'idea è quella di proporre interventi concreti, a costi relativamente contenuti, per restituire il Centro antico alle donne e agli uomini che vivono a Galatina o che vengono a visitarla. L'Osservatorio tecnico vuole farlo con tutti coloro che amano l'Ombelico del Salento e non vogliono vederlo divorato dallo smog e distrutto dalle automobili. "Gli spazi sono per gli uomini non per i loro mezzi di trasporto" -dice in sostanza Adriano Margiotta, architetto, nella veloce illustrazione video che pubblichiamo qui a lato.

Il centro chiuso al traffico nelle notti estive

La Giunta Comunale,  su indirizzo dell’Assessore alle Attività Produttive e Commerciali  Alberto Russi e del consigliere con delega al Centro storico Augusto Fachechi, ha disposto una nuova direttiva sulla regolarizzazione della circolazione nelle ore serali e notturne che scaturisce dalla necessità di rendere il centro storico maggiormente vivibile per la cittadinanza senza per questo ledere le esigenze dei commercianti.

Arrestato aradeino trapiantato a Galatina. È accusato di rapina, furto e estorsione

Sul suo capo pendevano pesanti accuse scaturite da alcune denunce per rapina, furto aggravato ed estorsione e per questo è stato arrestato.  A quanto avrebbero accertato gli uomini del Commissariato di Galatina, Alessandro Giangreco, 24 anni, originario di Aradeo ma impiantato senza fissa dimora a Galatina, avrebbe prima derubato le sue vittime e poi avrebbe ripetutamente chiesto loro del denaro con la promessa di restituire gli oggetti sottratti.

La 'Fiera di Galatina' è viva. Rimarrà aperta fino al 30

Il nastro era verde speranza. Maria Cristina Rizzo, galatinese Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minori di Lecce, lo ha tagliato con un sorriso. Il Sindaco ha applaudito. Anche Roberta Forte ha battuto le mani sorridente e poi, quasi come una padrona di casa, si è avviata verso l'atrio dell'ex-Convento dei Domenicani ed ex-Liceo 'Pietro Colonna', oggi Palazzo della Cultura intitolato a Zeffirino Rizzelli.

"La Fiera affossata da una maggioranza parolaia"

A Galatina in Movimento, Galatina Altra, Nova Polis Galatina, Movimento per il Rione Italia l'dea della Fiera mantenuta in vita nel Palazzo della Cultura non piace e lo scrivono senza mezzi termini in un comunicato di ffuso in tarda serata: "26 giugno 1949, da un'intuizione del Prof. Carmelo Faraone col sostegno dell'allora Sindaco, On. Luigi Vallone, nasce la Mostra Mercato del Commercio, dell'Industria e dell'Artigianato di Galatina.