A fuoco in via Caserta un'auto ricollegabile ad un pregiudicato galatinese

“Più o meno alle nove e mezza di ieri sera ero uscito in balcone a fumare una sigaretta ed ho improvvisamente sentito due esplosioni. Ho pensato subito a due grossi petardi e a mia moglie ho detto che qualcuno aveva cominciato in anticipo i festeggiamenti per capodanno”. A raccontare è un abitante di via Caserta. “Dopo circa un quarto d’ora -continua- ho sentito le sirene ma non ho collegato i due fatti. Solo questa mattina ho saputo che erano i Vigili del fuoco, intervenuti da Maglie, per spegnere l’incendio di un’auto parcheggiata sotto casa”.
Ad andare a fuoco era una Opel Meriva ricollegabile ad un pluripregiudicato galatinese i cui parenti abitano nella zona. Non è ben chiaro se i due scoppi, uditi chiaramente anche da altri residenti, fossero dovuti agli inneschi delle fiamme o al divampare dell’incendio nel vano motore. Sembra, comunque, certo che il fuoco sia stato appiccato volontariamente.
Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Galatina, diretti dal vicequestore aggiunto Giovanni Bono. L’attività investigativa è in corso a trecentosessanta gradi.

Sabato, 3 Ottobre, 2020 - 16:25

Galleria