COVID-19. 55 nuovi casi in Puglia, due nel leccese

Arrivato dalla Cina il materiale necessario per costruire le mascherine in Puglia

Sabato 5 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 3163 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 55 casi positivi: 32 in provincia di Bari, 5 in provincia BAT, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto. Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Bari e 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 323.322 test. 4.112 sono i pazienti guariti. 1.122 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 5.796, così suddivisi: 2.091 nella Provincia di Bari; 468 nella Provincia di Bat; 710 nella Provincia di Brindisi; 1.414 nella Provincia di Foggia; 686 nella Provincia di Lecce; 378 nella Provincia di Taranto; 48 attribuiti a residenti fuori regione; 1 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.
Rodolfo Rollo, direttore generale di Asl Lecce, spiega che “i 2 casi registrati ieri dal nostro Dipartimento di prevenzione riguardano un residente in stretto contatto con casi positivi già noti e una persona domiciliata in provincia che ha contratto l’infezione fuori Regione”.

Dalla Cina i materiali per fabbricare in Puglia le mascherine 
E’ arrivato ieri pomeriggio a Bari-Palese un volo Cargolux – Boeing 747 Freighter - dall’aeroporto di Shangai in Cina contenente 57,4 tonnellate di materiale: 90mila tute protettive e materia prima per la produzione di Dpi come mascherine chirurgiche, FFP2 e FFP3 nella fabbrica pubblica della Protezione civile regionale di via Corigliano, a Bari. “Melt blown”, cotone, elastici, tessuti e nastri: ovvero, tutto quello che serve per assemblare mascherine con i macchinari già acquisiti e funzionanti e per garantire l’autosufficienza alla Puglia. In caso di carenza di materiali sul mercato, la fabbrica è pronta a produrre al servizio del sistema sanitario, del sistema della protezione civile, delle aziende e dei servizi strategici e di tutta la comunità pugliese. Quello di oggi è il sesto aereo completo arrivato a Bari nell’ambito degli acquisti programmati dalla sezione protezione civile per affrontare l’emergenza Covid. “Gli acquisti – ha detto il dirigente della sezione, Mario Lerario – rientrano tra quelli decisi dalla Regione anche grazie alla collaborazione tra la Regione Puglia, l’ambasciata italiana a Pechino, le autorità regionali cinesi e il ministero del commercio estero cinese”.

Domenica, 6 Settembre, 2020 - 00:07