Il dubbio

28.02.2017

Fabo, se ne è andato. Ha scelto di partire per sempre, di lasciare il buio nel quale era piombato tre anni fa, cieco e tetraplegico.
L’incidente gli aveva portato via tutto ma non la volontà, quella stessa volontà che gli ha fatto implorare la morte come fine delle sua atroce sofferenza.


23.02.2017
"A come questa Politica ci stia annientando". "Il non senso è riuscito a distruggere il nostro essere"

Pensavo fra me e me che oggi il problema più grosso, quello che sta stritolando l'umanità, è quello della giustizia sociale...sempre più poveri a fronte di pochissimi ricchi! Mi sono catapultata nel tessuto sociale e ho continuato a indignarmi pensando alla POLITICA del NON SENSO


08.02.2017
I genitori di Michele, 30 anni, morto suicida nel Friuli hanno deciso di rendere pubblica la sua lettera di addio

"Michele aveva 30 anni quando ha deciso di togliersi la vita. Ad ucciderlo, secondo i suoi genitori, è stato il precariato. E per questo motivo che i suoi genitori hanno voluto pubblicare lo scritto, perché questa denuncia non cada nel vuoto."


24.01.2017

La donna ama l'Amore. La donna è innamorata dell'Amore. Ed è per questo che quando incontra il principe azzurro, lo riconosce a colpo d'occhio. L'uomo sensibile che la ascolta, la ammira, la sceglie, ben voluto da tutti. L'uomo attento che, non appena ha un attimo, le porta il cioccolatino


30.11.2016

La storia di Lapo e del suo maldestro tentativo di giustificare con la sua famiglia la cazzata del falso rapimento mi ricorda con nostalgia un episodio della mia infanzia. Metà anni 70: potevo avere non più di 8-10 anni e mio fratello maggiore non più di 12-14.


08.11.2016

Si è conclusa finalmente la maratona per eleggere il nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America. Oggi sapremo chi vincerà e sarà il nuovo Presidente a stelle e strisce.Senza però attendere i risultati ufficiali e con un filo di presunzione, potrei affermare di conoscere già chi ha perso.


06.11.2016

Il 4 novembre 1918, precisamente 98 anni fa, a Villa Giusti, presso Padova, l’Austria-Ungheria firmò l’armistizio con l’Italia. La guerra era finita. Finalmente. La Grande Guerra (1914-1918) per il suo carattere “totale” e tecnologico, ha segnato una profonda rottura nei


30.10.2016
Terremoto, paura anche a Roma per la nuova forte scossa nel centro Italia

La terra trema, ancora una volta. Sono appena le 7:40 di questa fredda mattinata del 30 ottobre quando, d’improvviso, a circa 8 km di profondità nella terra, si genera quell’energia meccanica pronta a segnare il destino di nuovi luoghi, di nuove vite; pronta ad incutere terrore, a risvegliare


23.10.2016

“Il forse è la parola più bella del vocabolario italiano, perché apre possibilità, non certezze. Perché non cerca la fine, ma va verso l’infinito.” scrisse Giacomo Leopardi.


26.09.2016

Caro uomo che attraversi la mia vita, cara donna che incroci la mia strada,
quante volte mi hai guardato come se avessi qualcosa tra i denti? Te ne accorgi, stai davanti a me,


28.08.2016

Queste riflessioni hanno un limite: non traducono il silenzio ed il dolore che solo chi ha vissuto la tragedia del “naufragio di terra” (come racconta Erri De Luca) può con verità proporre. Non possono le mie parole rappresentare i sentimenti di chi, quale “naufrago”, è sopravvissuto o si è lentamente spento in un buio polveroso.


14.07.2016

C’è un punto in fondo a due binari, lungo quella prospettiva che tutti possiamo cogliere quando li fissiamo all’infinito, in cui tutto si conclude. Quel punto afferma che due linee parallele si incontrano. Contro ogni logica, quel punto racconta del nostro inconsapevole “fine corsa”.


12.05.2016

Dicono che da oggi in Italia siano riconosciute ufficialmente certe coppie.
Quali coppie?
Dai, lo sai. Quelle non proprio legittime.
Beh, se c'è una legge, lo dice la parola, sono legittime.
Mi hai capito. Le coppie gay.
Ah, davvero?
Sì, pare che la Camera abbia approvato. Da oggi si cambia.


26.04.2016

Ho sempre pensato che l'unione fosse qualcosa da respirare, percepire, sentire. Che i cinque sensi ed il sesto bastassero per gridare al mondo:" Qui siamo stretti in un unico abbraccio. Io ci sono. Noi ci siamo!". Ma è bastato sporgermi dal balcone del mio corpo sul giardino della vita "vera" per capire che molto spesso per influenzare l'altro da noi non bastano le nostre intenzioni.


16.04.2016

Essere o non essere, è questo il dilemma. Si tratta del più celebre monologo di William Shakespeare, e probabilmente della scena più famosa del teatro mondiale. Indimenticabile l'interpretazione di Carmelo Bene nelle vesti di Amleto che entrando sul palco crede di essere solo e pronuncia queste parole con profonda convinzione: essere o non essere... ovvero vivere o non vivere...


27.03.2016

Giusto il tempo di asciugare un pensiero, il tempo di far assopire la memoria, di riconoscere la sera ed un nuovo fremito ci impaura. Dove è la morte? Sulle ruote d’un carrello, celata in uno zaino, cinta ai fianchi d’un uomo, riposta nella canna d’un fucile.


29.02.2016

Nichi Vendola, un esempio tra tanti, è diventato padre o madre. Ha affittato una donna, secondo un tariffario californiano prestabilito e le ha fatto procreare il piccolo T.A. (con tutela della privacy del bimbo). Non credo che abbia scelto particolari optional, come per le auto (aria condizionata, navigatore satellitare, sensori di parcheggio),


01.02.2016

Solo due sillabe in più, ma un abisso di differenza. Un conto è voler dire qualcosa, promuovere un pensiero, un'idea o un ideale. Un conto è voler interdire qualcuno, privarlo di una facoltà, sbraitare contro di lui.


01.01.2016

Chissà perché all'ultima celebrazione liturgica dell'anno ci si ritrova sempre in pochi, sempre di meno. Colpa della fede che entra ogni volta più in crisi? Sicuramente non è aiutata dai contorni poco umili che minano di continuo la fiducia nella Chiesa. E per tanti è difficile distinguere tra credere in Dio e credere in chi quello stesso Dio lo serve e rappresenta in Terra.


05.12.2015

Tutto è cominciato con il viaggio del Papa in Africa, nei paesi più poveri del mondo. Dopo aver toccato con mano, da vescovo, nella sua Argentina, la miseria delle periferie, il degrado, la mancanza di dignità che la povertà porta con sé, certo non poteva mancare al suo appuntamento con l’Africa. E nonostante i pareri discordanti, circa la sua partenza poco dopo gli attentati


Pagine

Subscribe to Il dubbio